Orvieto - Via delle Acacie 39
0763/344598
info@professionaltraining.biz

AGENTE RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO

AGENTE RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO

CORSO PER AGENTE RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO

L’agente di commercio assume in maniera stabile l’incarico di promuovere contratti commerciali di vendita tra l’azienda committente e clienti potenziali, in base a un contratto di agenzia, che lo vincola su una precisa area geografica con determinati limiti e obiettivi. Può operare con o senza diritto di esclusiva per la sua area di competenza e può svolgere la propria opera anche per conto di più imprenditori. Se il mandato ha durata nel tempo illimitata, allora il contratto si definisce a tempo indeterminato con la stessa accezione dei contratti di lavoro subordinati anche se bisogna sempre ricordare che lavorare come agente di commercio è un’attività imprenditoriale a tutti gli effetti, non soggetta a subordinazione che non prevede di solito una retribuzione fissa ma un guadagno in percentuale predeterminata sui fatturati prodotti per il mandante, ovvero le provvigioni.

L’agente di commercio è una figura lavorativa autonoma molto ricercata perché per un’azienda ha dei costi di gestione certi e mediamente più bassi di quelli sostenuti per assumere un lavoratore dipendente e comunque proporzionali al fatturato. In sostanza un agente di commercio si assume una parte del rischio d’impresa del mandante legando i propri guadagni ai risultati prodotti per l’azienda mandante. L’azienda retribuisce l’agente di commercio secondo una politica provvigionaleretribuendo cioè l’agente di commercio in base al fatturato che esso produce. Talvolta tra azienda ed agente di commercio si stabilisce che una parte della sua retribuzione sia fissa ed una parte sia variabile, cioè ancorata al fatturato.

Gli agenti di commercio in Italia si distinguono tra monomandatari e plurimandatari:

  • gli agenti monomandatari promuovono esclusivamente un’azienda, costituendo quindi virtualmente un’estensione territoriale della rete vendita di questa azienda;
  • gli agenti plurimandatari possono promuovere contemporaneamente più aziende come veri e propri imprenditori della promozione commerciale piuttosto che figure vicine ad undipendente, come nel caso dell’agente monomandatario.

L’agente o rappresentante di commercio non può svolgere contemporaneamente un’altra attività alle dipendenze di persone, associazioni, enti pubblici o privati né un’altra attività che preveda l’iscrizione al ruolo dei mediatori.

SCHEDA CORSO